Oct 18, 2017 Last Updated 4:45 PM, Jun 14, 2017

Ultimi eventi

Il Doge dei macellai Fabrizio Nonis

Dopo aver conosciuto Fabrizio Nonis e Dario Cecchini vi chiederete perché i macellai sono così simpatici. In realtà sono artisti e Fabrizio soprattutto

Pubblicazione del forum: http://www.cinellicolombini.it/blog/forum/il-doge-dei-macellai-fabrizio-nonis

Di Donatella Cinelli Colombini
Conobbi Fabrizio Nonis quindici anni fa grazie alla mia amica Marzia Tempestini <>. Lui venne a trovarmi portando un’enorme quantità di salumi veneti incredibilmente buoni e sorprendentemente diversi. Venivano dal laboratorio annesso alla sua macelleria di Cinto Caomaggiore. Magrissimo, con i capelli corti, corti e la barba lunga, mi colpì per il suo abbigliamento colorato e per il suo parlare a mitraglia. <<Sono un macellaio>> ripeteva spesso, anche se le sue idee lo facevano assomigliare a un professore di marketing territoriale: ricerca di antichi sapori, recupero dei salumi storici, servizi al cliente di stile americano. Nato a Toronto era cresciuto in Veneto per poi tornare in Canada all’Università e infine dedicarsi alla macelleria di famiglia che, nonostante l’avesse completamente rivoluzionata, appariva già troppo stretta per lui. Ho sempre mantenuto i contatti anche se i rispettivi impegni professionali diradavano gli incontri. Lo vedevo più spesso in TV: TG 5 Gusto – Alice di Sky “In punta di coltello” e il suo format televisivo “Sconfinando”. Il successo televisivo di Fabrizio mi ha riempito di gioia, come il suo <> che nell’umiltà della dichiarazione, lo ha trasformato nel bekér più famoso e ricercato d’Italia!

Il suo ultimo libro si intitola proprio così “Bekér” (Minerva Edizioni, 215 pagine € 14,90) ed è uno dei ricettari più geniali che abbia mai avuto fra le mani. Dopo una divertente prefazione in cui si racconta Fabruzio Nonis spiega il mondo della carne con la chiarezza di un bravo docente e la sua consueta passione. C’è tutto: da come vanno affilati i coltelli ai tipi di tacchino: Bronzato comune, brianzolo, ermellinato di Rovigo, nero d’Italia ... fino alla salamoia o la marinata. Insomma un manuale indispensabile per chi cucina e ama la carne. Seguono le ricette degli chef stellati: Massimo Bottura, Massimiliano Alajmo, Alfonso Iaccarino, Gennaro Esposito … e in fondo al libro 37 ricette create dal super – bekér in persona, secondo il concetto <<chiunque può essere bravo in cucina basta che ci metta passione>>. In mezzo 40 pagine veramente intriganti di racconti e ricette –ovviamente a base di carne- marocchine e della chef Choumicha Chafai. Fabrizio adora Marrakech e per parecchi tempo ha cercato di convincermi a restaurare un antico riad insieme a lui.

Non l’ho fatto solo perché il io cuore è a Malta tuttavia mi sarebbe piaciuto. Che dire, comprate questo libro, vi insegnerà moltissimo su come comprare, conservare e cucinare la carne ma soprattutto vi insegnerà che qualunque mestiere, dal direttore d’orchestra al postino, dal calzolaio al chirurgo … può portare al successo se è fatto con grande professionalità ma soprattutto con inventiva e coraggio.

L'arrosto oltre al fumo - Panorama N.34, 20 agosto 2014, pag. 105

LE GRANDI BISTECCHE 

El Becher, il macellaio. A Fabrizio Nonis, conduttore televisivo e mago della griglia, piace definirsi così per ribadire la passione del macello ereditata dal padre. Sa tutto delle grandi carni bovine che ricerca per il mondo. Questa ricetta è un'improvvisazione nata in una pausa di Marrakchef Express, la scuola di cucina italo-marocchina che tiene al Riad El Miria a Marrakech. Per 4 sandwich occorrono 8 fettine a testa, tagliate in forma regolare, di vitellone, melanzane rotonde, peperoni, formaggio. Sale, pepe, una pennellata di buon olio, si scottano per 2/4 minuti per lato sulla griglia molto calda. A parte si prepara una frittatina di 4 uova, da tagliare con un coppapasta. Si compone il sandwich sovrapponendo nell'ordine: le fettine di carne, le melanzane, il peperone, il formaggio; si ripetono gli strati terminando con una frittatina. Si presentano i sandwich infilzato in 4 spiedini di legno su piatti caldi con fette di pane a cassetta tostate e qualche salsina. www.marrakchefexpress.com. 

Fiammetta Fadda

Il barbecue perfetto

Intervista a Fabrizio Nonis a cura di Antonino Padovese su: la preparazione, i tagli, la cottura, la pulizia e gli abbinamenti.

Ristorazione Italiana n. 26 parla di "Bekèr" a pag. 51

E' proprio il caso di dirlo...questo libro esprime al meglio la personalità intelligente e carismatica di chi l'ha scritto. Da semplice macellaio di paese Fabrizio Nonis è entrato di diritto nel gotha del giornalismo enogastronomico, grazie alle sue indiscusse capacità e alla grande passione per la carne. Ha talmente perfezionato la sua arte nello scegliere e tagliare i pezzi migliori da conquistare prima l'appellativo di "sciabolatore", per poi affinarsi ulteriormente e diventare addirittura "fiorettista". Eppure, nonostante il successo e i numerosi riconoscimenti ricevuti sia in Italia che all'estero per aver rivalutato il mestiere di macellaio, Fabrizio continua a considerarsi un umile figlio della sua campagna, un uomo del territorio fortemente legato alla tradizione e ai valori del Veneto Orientale e del Friuli Venezia Giulia, che tuttavia non nasconde un grande spirito cosmopolita e una spiccata comunicativa. Belle le prefazioni di Carlo Cracco, Toni Capuozzo, Gioacchino Bonsignore e Choumicha Chafay, bella l'introduzione dello stesso Nonis e ancor più belle le ricette, alle quali hanno contribuito lacuni dei migliori chef stellati italiani. Insomma, un libro da avere!

Il Mattino di Padova recensisce Bekèr, 16 giugno 2014

Fabrizio Nonis, macellaio e conduttore televisivo (collabora da anni anche alla rubrica Gusto del Tg5) ha dato alle stampe la sua ultima fatica editoriale. Si intitola “Bekér - Chiunque può essere bravo in cucina purchè ci metta passione” (Minerva Edizioni, 14,90 euro). Bekér in dialetto significa macellaio. Il libro del macellaio-giornalista veneziano è stato presentato sabato sera a Palazzo Torri, a Nigoline di Corte Franca (Brescia), in occasione di Franciacortando. Con Nonis c’erano anche due famosi chef: Davide Scabin del Ristorante Combal.Zero di Rivoli (Torino) e Emanuele Scarello del Ristorante Agli Amici di Godia (Udine), entrambi presenti nella pubblicazione con due ricette. Scabin con la “Vitella fassona di razza piemontese al camino” e Scarello con una sua personale interpretazione della Pezzata rossa. Il libro, la cui prefazione è curata da Toni Capuozzo, Gioacchino Bonsignore, Carlo Cracco e Choumicha Chafay, presenta una rassegna di ricette preparate con la buona carne, selezionate dal macellaio- reporter e raccontate con la collaborazione di Francesco Altan. Le royalties della pubblicazione andranno al reparto di Oncologia pediatrica (area giovani) del Centro di riferimento oncologico di Aviano (Pordenone). Nei prossimi giorni Nonis inaugurerà a Marrakech l’Accademia di cucina italo - marocchina, ospitata al Riad El Miria.

Renato Malaman

Seguici su Facebook

Ultime da Instagram

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, clicca sul tasto.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo, acconsenti all’uso dei cookie.